Per richiedere informazioni chiami il +39 329 4172886

Il Laboratorio Tessile

La bellezza dei tappeti fatti a mano a Bonorva

Il laboratorio tessile artigianale Su Telalzu di Bonorva propone tanti manufatti artigianali, come splendidi tappeti fatti a mano e pregiati arazzi. Il lavoro delle tessitrici, che tramandano le loro abilità di generazione in generazione, si basa sull'utilizzo esclusivo di telai manuali orizzontali. 

Uno dei fiori all'occhiello della produzione locale è la lavorazione a s'agu, che prevede delicati effetti di ricamo policromo su sfondi neutri ed è tipica della zona di Bonorva e del sassarese. 

Oltre ai manufatti già realizzati nel laboratorio, è possibile richiedere pezzi personalizzati su misura, grazie alla flessibilità delle artigiane di Su Telalzu.

Tessiture artigianali e riproduzioni

Nel laboratorio Su Telalzu i clienti potranno trovare tantissime tessiture fatte a mano per arricchire il corredo tessile della propria casa: arazzi, coperte, tovaglie, strisce da tavolo, ma anche coperte, lenzuoli, cuscini, tappeti e tende. Ogni manufatto è realizzato con tecniche artigianali ma con un occhio verso la modernità, per adattarsi agli spazi delle case contemporanee senza rinunciare alla tradizione. 

È possibile anche richiedere la realizzazione di riproduzioni di manufatti tradizionali, come ad esempio bardature per cavalli, collane e sottosella per feste popolari, tra cui Le Pariglie Bonorvesi di Marzo e la festa di S. Giovanni.

La tessitura a pibiones e a littos

Nel laboratorio Su Telalzu si predilige l'utilizzo di materiali locali, come la lana delle pecore di Bonorva. I disegni risalgono prevalentemente all'Ottocento; tuttavia, il cliente può sempre richiedere la realizzazione di disegni inediti, partendo da zero o da un progetto già delineato. 

Una delle lavorazioni più apprezzate dai clienti è quella a pibiones, dal nome dell'antico ferro utilizzato; grazie ad esso è possibile realizzare tappeti fatti a mano e altri manufatti caratterizzati da un grano a rilievo rispetto al tessuto, un ricamo detto a beltighitta. Il ricamo viene poi fissato da tre passate di cotone che formano, insieme alla lavorazione a spiga, il piano dell'ordito, ovvero il cosiddetto s'istesa. 

Altrettanto apprezzata è la tecnica a littos, tipica della zona e applicabile anche su borse e cuscini.
Per informazioni sui tappeti fatti a mano dalle tessitrici chiami il laboratorio o venga in Corso Umberto I
Share by: